Tai Chi Quan

Tai Chi Quan

tiananmen-taiji

I grandi movimenti sono meno efficaci dei piccoli movimenti.

I piccoli movimenti sono meno efficaci dell’immobilità.

L'immobilità è il movimento eterno

ORIGINI
L’origine del Tai chi chuan può essere ricondotto alle antiche dottrine taoiste e allo sciamanesimo cinese; movimenti e gesti sono quindi legati ad antichi rituali per la guarigione e per il recupero del rapporto armonioso con la natura. Nell’evoluzione della pratica parecchie componenti si sono perse; sono rimasti il movimento combinato e connesso del corpo e le tecniche di respirazione che aumentano e migliorano il flusso del Qi (energia).

PROGRAMMA E OBIETTIVI
    • Qi gong: posizioni statiche e song gong
    • Rilassamento e allineamento del corpo
    • Teoria e pratica dei cinque archi: le armonie celesti
    • Studio della forma
    • Studio delle forze
    • Tui shou o pushing hands
    • Armi e  strumenti del Tai Chi (tai chi bang, spada, sciabola, guan dao, pallone elastico)

I BENEFICI
Il tai chi quan può essere praticato a tutte le età e per tutta la vita. Come l’agopuntura, queste pratiche, con movimenti morbidi e armoniosi, contribuiscono a rendere più flessibili le articolazioni, eliminando blocchi cronici e liberando il flusso energetico. Negli ultimi anni ci sono state in tutto il mondo numerose sperimentazioni scientifiche che hanno confermato la validità di questa antica arte cinese.

Attraverso la pratica di questa disciplina si raggiunge:
• il rilassamento mentale e la concentrazione;
• eliminazione dello stress;
• miglioramento della mobilità articolare;
• aumento della profondità della respirazione e conseguente ossigenazione;
• prevenzione di molte malattie;
• prevenzione dell’osteoporosi;
• prevenzione dei dolori causati da problemi alla schiena e alle spalle;
• miglioramento della prontezza dei riflessi;
• il miglioramento dell'agilità e del senso dell'equilibrio;
• riduzione dei rischi di caduta;
• miglioramento delle funzioni cardio-respiratorie.

IL MAESTRO
Vincenzo Barbarotta è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano. Ha praticato per 18 anni karate, con le scuole guidate dal maestro Hiroshi Shirai, raggiungendo il grado di terzo Dan. Nel 2000 incontra il maestro cinese Yang Lin Sheng, professore di arti marziali a Cheng Du ed erede della scuola di Xing Yi risalente a Liu Wen Wa, attraverso il maestro Guo Pei Yun. Con il maestro Yang studia il Tai chi stile chen della scuola interna del maestro Chen Fa Ke e l’Yi Quan, insieme allo Xing Yi e al Pa Gua, e ne diviene allievo.  Studia il Tai chi stile chen con il maestro Gianfranco Pace, approfondendone i principi filosofici e culturali, venendo in contatto con lo stile del “villaggio dei chen”.

Segue il metodo del maestro Adam Mizner, erede della scuola di Huang Sheng Shyan, e dei nipoti del fondatore dello stile yang Yang Lu Chan, Yang Cheng  Fu e Yang Zhao Xiong.

ASD CENTRO PRADA SHANTI
Via Liguria 30 Palermo
email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    
tel. 333 9169450 segreteria

Tai Chi man outline